Allerta Gialla per Temporali per tutto il 20 maggio 2024 su tutta la Regione Dettagli

Come prepararsi all’emergenza

Per essere preparati ad una eventuale emergenza occorre:

  • APPROFONDIRE I RISCHI;
  • CONOSCERE I PIANI DI EMERGENZA;
  • TENERSI INFORMATI E ADOTTARE LE NORME DI COMPORTAMENTO PREVISTE

APPROFONDIRE I RISCHI E CONOSCERE I PIANI DI EMERGENZA

Il Piano di Emergenza di Protezione Civile è composto da una parte generale che approfondisce i seguenti temi:

  • Descrizione generale del territorio, analisi della morfologia, della popolazione, delle reti di comunicazione, dell’idrografia e della classificazione sismica;
  • Illustrazione del sistema di Protezione Civile;
  • Modello d’intervento del sistema di Protezione Civile comunale;
  • Lineamenti della Pianificazione: illustrazione delle attività e delle competenze dell’Autorità Comunale di Protezione Civile e delle Funzioni di supporto;
  • Descrizione delle diverse tipologie di strutture comunali per la gestione dell’emergenze;

e da sezioni specifiche che valutano i seguenti rischi e ne illustrano i modelli d’intervento per la gestione dell’emergenza:

  • rischio idrogeologico e idraulico;
  • rischio sismico;
  • rischio neve;
  • rischio incendi boschivi;
  • rischio da ritrovamento e brillamento ordigni bellici inesplosi;
  • rischio da inquinamento costiero;
  • rischi connessi a manifestazioni ed eventi programmati;
  • rischio da incidente rilevante

Per ogni rischio vengono analizzati gli scenari derivanti dalle caratteristiche proprie del territorio comunale, dalla concentrazione della popolazione, dalla localizzazione della popolazione sensibile e degli edifici definiti sensibili per l’attività a cui sono destinati.

Il modello d’intervento conseguente individua gli edifici strategici per la gestione dell’emergenza, le aree e i percorsi sicuri per la popolazione, le aree di ammassamento e le vie di accesso per i soccorritori. Ogni modello d’intervento è studiato in riferimento a tutti i rischi analizzati e le aree sicure destinate alla popolazione sono sempre le stesse, così come le zone in cui il territorio è stato suddiviso per agevolare la gestione dell’emergenza stessa.

In particolare i modelli d’intervento per il rischio idrogeologico – idraulico e sismico sono strutturati in modo analogo al fine di facilitarne la comprensione e l’attuazione da parte della popolazione durante le emergenze: viene mantenuta la stessa suddivisione in zone del territorio sottoposte a rischio idrogeologico-idraulico anche nel modello sismico.

TENERSI INFORMATI E ADOTTARE LE NORME DI COMPORTAMENTO PREVISTE

Inoltre per ogni rischio sono schematizzate le azioni, le competenze e le responsabilità, suddivise per fasi di emergenza, dell’Autorità di protezione civile e delle Funzioni di supporto nonché di altri Enti qualora siano responsabili della gestione dell’emergenza stessa. A corredo e completamento dello studio dei singoli rischi, sono elaborate ed allegate la cartografia degli scenari di rischi e del modello d’intervento, nonché di specifici allegati di dettaglio.

Navigando le pagine di questo sito si possono conoscere i dettagli del Piano, divisi per ogni tipologia di rischio, e le informazioni e azioni che è bene che il cittadino conosca per sapere con precisione cosa fare in fase di emergenza.

Data Modifica:

16/02/2023, 10:59